Indice degli argomenti

  • Argomento 1

    Presentazione

    Ciò che attiene allo studio dell’anthropos è spesso a rischio di caduta in un facile riduzionismo, tanto sul versante biologico quanto su quello culturale – ma la separazione fra i due poli oppositivi natura/cultura è solo raramente rimessa in causa. Di fatto, essere umani significa essere prodotti da, e propria volta produrre, uno specifico mondo umano, essere immersi in una particolare ecologia relazionale che dà forma al nostro essere. Il corso presenta un’ampia introduzione ai contenuti fondamentali dell’antropologia – variabilità, differenziamento, evoluzione filogenetica, – per arrivare molteplici strategie bio-culturali messe a punto dalle diverse popolazioni umane, all’antropologia della salute e all’etnopsichiatria. Particolare rilevanza verrà data all’analisi critica dei dati.

    Obiettivi formativi

    1) Conoscenza dei temi fondamentali e le principali linee di ricerca dell’antropologia contemporanea.

    2) Sensibilità per la variabilità umana e per la molteplicità dei “mondi umani”.

    3) Capacità di ragionamento contestuale e antropologicamente avveduto.

    4) Rudimenti di analisi critica dei dati scientifici.

    Preparazione dell’esame

    Modalità d’esame

    L’esame si svolge esclusivamente in forma orale e consiste nell’accertamento della conoscenza del programma d’esame, ovvero dei contenuti dei testi indicati sotto. Il programma è identico sia per i frequentanti che per i non frequentanti (a questi ultimi è suggerito di scegliere, al punto 3, le dispense del corso anziché i due articoli). Particolare rilevanza verrà data alle capacità di analisi critica degli argomenti proposti.

    ESAME DA 9 CFU: nota per gli studenti del corso interateneo SUA e per coloro che hanno inserito il corso di Antropologia nel piano di studio di anni accademici precedenti. Oltre alla bibliografia indicata sotto, l’esame da 9 crediti richiede anche la conoscenza del seguente testo: Consigliere S., 2014. La costruzione di un umano. ETS, Pisa (il volume è immediatamente disponibile presso la libreria CLU, piazza della Nunziata 27 r., Genova; oppure può essere ordinato). Poiché vi sono contenuti i due articoli a firma mia presenti nell'elenco 3), chi intende sostenere l'esame da 9 crediti dovrà altresì scegliere due articoli scritti da altri autori (ferma restando la possibilità di scegliere le dispense).

    Programma d’esame

    1) Guerci A., 2007. Dall’antropologia all’antropopoiesi. Lucisano, Milano.

    2) Un testo a scelta fra i seguenti:

    Barbujani G., 2006. L’invenzione delle razze. Bompiani, Milano.

    Biondi G. & Rickards O., 2001. Uomini per caso. Miti, fossili e molecole nella nostra storia evolutiva. Editori riuniti, Roma.

    Canguilhem G., 1966. Il normale e il patologico. Einaudi, Torino 1998.

    Carroll S.B., 2005. Infinite forme bellissime. La nuova scienza dell’Evo-Devo. Codice, Torino 2006.

    Coppo P., 2003. Tra psiche e culture. Elementi di etnopsichiatria. Bollati Boringhieri, Torino 2003.

    Corbey R., 2005. Metafisiche delle scimmie. Negoziando il confine animali-umani. Bollati Boringhieri, Torino 2008.

    Despret V., 2001. Le emozioni. Etnopsicologia dell'autenticità. Elèuthera, Milano 2002.

    Good B.J., 1994. Narrare la malattia. Lo sguardo antropologico sul rapporto medico-paziente. Torino: Edizioni di Comunità, 1999.

    Lewontin R., 1993. Biologia come ideologia. La dottrina del DNA.  Bollati Boringhieri, Torino.

    3) Dispense del corso oppure due articoli a scelta fra i seguenti (il materiale è disponibile presso lo studio della docente):

    Consigliere S., 2012. Il posto dell'uomo nella natura. «Naturalmente» 25 (3), pp. 28-36.

    Consigliere S., 2013. Umanizzazione: diventare umani per via ontogenetica. «Naturalmente» 26 (1), pp. 5-13.

    Deutscher G., 2010. Does Your Language Shape How You Think? New York Times, Aug 26, 2010, http://www.nytimes.com/2010/08/29/magazine/29language-t.html?_r=0 (in versione italiana: Pensieri obbligati. «Internazionale» n. 867 del 08/10/2010, pp. 54-58.)

    Gardner L.I., 1972. Nanismo da deprivazione. «Le Scienze» 50, pp. 72-78.

    Gould S.J. & Lewontin R.C., 1979. I pennacchi di San Marco e il paradigma di Pangloss. Critica del programma adattazionista. Torino: Einaudi (Piccola Biblioteca on line), 2001.

    Lestel D., 2009. Pensare con l'animale. «Discipline filosofiche» XIX (1), 2009, pp. 153-169.

    Longo G. & Tendero P.-E., 2005. L’alfabeto, la macchina e il dna. L’incompletezza causale della teoria della programmazione in biologia molecolare. «Naturalmente» anno 22 (2009), numero speciale Oltre il dna?, pp. 9-75.

    Ochs E. & Schieffelin B.B., 1984. L'acquisizione del linguaggio e la socializzazione. Tre percorsi evolutivi e le loro implicazioni. In: Shweder R.A. & LeVine R.A., 1984. Mente, Sé, emozioni. Per una teoria della cultura. Argo, Lecce 1997, pp. 317-362.

    Calendario degli esami

    Le sedute d’esame hanno solitamente inizio alle ore 10.00 e si tengono presso la sezione di Antropologia del DISFOR, via Balbi 4, 4° piano. L’iscrizione avviene per via telematica, come prescritto dal regolamento d’Ateneo. Gli studenti con permesso di lavoro o con particolari problemi di tempo hanno priorità.

    10 novembre 2015 (riservata agli studenti che hanno frequentato il corso negli anni accademici precedenti)
    19 gennaio 2016 - 1 febbraio 2016 - 30 marzo 2016 - 1 giugno 2016 - 14 giugno 2016 - 1 luglio 2016 - 14 settembre 2016 (aperte a tutti)

    Curriculum docente

    Stefania Consigliere (1969) è ricercatore in antropologia presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Genova. Dopo aver insegnato “Evoluzione umana” e “Antropologia ed evoluzione della comunicazione”, ora insegna “Antropologia” nella laurea triennale in Filosofia e “Antropologia dei sistemi di conoscenza” nella laurea magistrale in Metodologie filosofiche ed è docente nel corso di dottorato in Psicologia, antropologia e scienze cognitive. Negli anni scorsi ha organizzato due edizioni del master di secondo livello in Etnomedicina ed etnopsichiatria. Le sue principali linee di ricerca scientifica s’incentrano sulla questione della “natura umana” in relazione ai processi di antropopoiesi, ovvero ai modi in cui gli esseri umani sono prodotti dalle – e a loro volta producono le – culture cui appartengono; e sulle questioni epistemologiche, ontologiche ed etiche che si aprono quando il precetto di “prender gli altri sul serio” viene, a sua volta, preso sul serio. È autrice di oltre 150 pubblicazioni. Altre informazioni bio-bibliografiche sono disponibili sul sito www.stefaniaconsigliere.it.