Il corso si propone di fornire le conoscenze di base relative all’origine e all’evoluzione dell’uomo e allo sviluppo delle sue culture nel periodo compreso tra il Paleolitico inferiore e la prima età del Ferro. La problematica è affrontata secondo una visione prettamente antropologica, utile a comprendere e a definire i processi che hanno caratterizzato lo sviluppo e la trasformazione delle comunità umane durante la preistoria e la protostoria, anche in relazione alle mutazioni del clima e dell’ambiente. Si tratterà, in particolare, dei processi di ominazione, delle più antiche culture paleolitiche, dell’uomo di Neandertal e della sua scomparsa, dell’origine ed espansione dell’uomo anatomicamente moderno, delle società di cacciatori-raccoglitori del Paleolitico superiore e del Mesolitico, del pensiero simbolico e delle manifestazioni d’arte, della sedentarizzazione, dell’avvento e della diffusione dell’agricoltura durante il Neolitico, della scoperta della metallurgia, della nascita delle prime civiltà urbane e quindi del lento passaggio alla storia. Sebbene particolare attenzione venga data a quanto accaduto nella penisola italiana, verranno altresì illustrate, al fine di capire l’origine e l’ampiezza di certi fenomeni, le evidenze archeologiche di altre aree del Mediterraneo e di altri continenti. Infine, saranno anche fornite informazioni inerenti alle più aggiornate metodologie di indagine scientifica e di ricerca, imprescindibili per una corretta e rigorosa lettura del dato archeologico.